Archive for month: marzo, 2015

Il valore dell’Intercultura. 3° Evento – SOCIALE – giovedì 26 marzo

19 marzo 2015
19 marzo 2015

Per la serata dedicata al Sociale, il giornalista Federico Guiglia ha intervistato don Aniello Manganiello, straordinario prete di frontiera, già parroco di Scampia.
Anche quello un altro mondo …

__________________________________________

Il bello di Scampia: e chi poteva raccontarlo, se non l’uomo che per sedici anni ne è stato il parroco, educando una generazione di giovani alla pacifica rivolta contro il degrado urbano e contro la dilagante illegalità a danno dei cittadini?

Protagonista del terzo incontro di “Quelle storie dell’altro mondo…e del nostro”, che si è svolto il 26 marzo a Roma presso le Rui (Residenze Universitarie Internazionali), è stato don Aniello Manganiello, nato a Camposano, provincia di Napoli, sessantun anni fa. Come ha raccontato a Federico Guiglia davanti a una platea particolarmente attenta, dopo la straordinaria esperienza compiuta a Scampia, dove il sacerdote si rifiutava di dare la comunione ai camorristi e si batteva per recuperare i loro figli alla legalità, don Aniello ha creato l’associazione “Ultimi”. E all’incontro ha portato con sé tre ragazzi che s’impegnano nel sociale a favore dei bisognosi, dei senza voce, dei dimenticati, e che hanno testimoniato del loro importante e innovativo percorso in sala.

Un vero “prete di frontiera”, dunque, tipica e concreta espressione di quelle storie fra l’Italia e il mondo che l’Accademia ha deciso di far conoscere all’insegna dell’intercultura. Che è il ponte più profondo e lungimirante per mettere in comunicazione fra loro non soltanto cittadini italiani e stranieri, ma anche persone e mondi distanti che abbiano tutte, però, un obiettivo in comune: far prevalere sempre l’importanza dell’incontro e il rispetto della legge. Far diventare più grande e più solida la comunità nazionale davanti alla sfida della globalizzazione, dell’immigrazione, di una vita che per tanti non sia sinonimo di paure o pregiudizi, ma di passioni e di valori.

Anche quando si porta la croce al collo e la fede nel cuore, come nel caso di don Aniello Manganiello e della sua coinvolgente e travolgente narrazione.

ROMA
RUI - Residenze Universitarie Internazionali
Sala Celimontano

 

Il valore dell’Intercultura. 2° Evento – MUSICA – venerdì 27 febbraio

4 marzo 2015
4 marzo 2015

Gli Incontri dell’Accademia del Notariato
“ Il valore dell’Intercultura”

Venerdì 27 febbraio si è svolto il secondo appuntamento con:

 QUELLE STORIE DELL’ALTRO MONDO…. E DEL NOSTRO
a cura di Federico Guiglia

Il bandoneón è lo strumento che s’usa per suonare il tango, non facile da trovare e niente a che vedere con la fisarmonica, a cui pure somiglia. Ma averne sei di “bandoneones”, e tutti insieme che suonano la Cumparcita, che è il tango più celebre al mondo, è un evento unico e irripetibile.

E’ accaduto venerdì 27 febbraio al secondo appuntamento del ciclo mensile di incontri “Quelle storie dell’altro mondo…e del nostro” curato da Federico Guiglia e promosso a Roma dall’Accademia del Notariato al Circolo Canottieri Tevere Remo.

Protagonisti della serata che ha registrato notevole interesse di un pubblico che ha riempito la sala, sono stati Ulises Passarella, uno dei maggiori compositori e musicisti di tango, oggi, e il figlio Roberto. Formano il “Duo Passarella”, che per l’occasione è stato esteso anche ad altri quattro allievi italiani di Ulises, artista uruguaiano che vive in Italia, dove ormai ha trascorso più della metà dei suoi sessant’anni, con alle spalle un’intensa carriera concertistica in tanti teatri e città della Penisola e del mondo (di recente ha suonato anche in Cina).

Il tango come luogo e metafora senza confini, che è approdato all’universo dalle rive sudamericane del Río de la Plata, dov’è nato più di un secolo fa tra Buenos Aires e Montevideo. E poi l’impronta italiana che fin dall’origine ha caratterizzato questo genere musicale. E Carlos Gardel, la voce del tango. E Astor Piazzolla, il rivoluzionario del tango: di tutto si è parlato e raccontato. “E non si dica più che il tango è un pensiero triste che si balla”, ha concluso sornione e sorridente il Maestro Passarella, dando prova col figlio Roberto, i quattro allievi e i sei bandoneones d’avere non poca ragione.

adidas nmd r1 primeknit og confirmed release date adidas nmd r1 primeknit og closer look adidas nmd r1 og europe release adidas nmd r1 primeknit og black adidas nmd r1 primeknit gum pack release date adidas nmd r1 primeknit tri color pack more imagery adidas nmd r1 primeknit adidas nmd r1 primeknit adidas nmd r1 primeknit tri color pack restocks just christmas adidas nmd r1 primeknit gum pack white black adidas nmd r1 primeknit tri color release date december 26th adidas nmd r1 sun glow release date info adidas nmd r1 primeknit og returning adidas nmd r1 primeknit adidas nmd r1 primeknit og adidas nmd r1 primeknit camouflage adidas nmd r1 primeknit black adidas nmd r1 primeknit gum pack drops next month adidas nmd r1 primeknit blackpink first look adidas nmd r1 primeknit gets snakeskin treatment